domenica 3 novembre 2013

Candele in Cera di Soja

Tempo fa scoprii che la quasi totalità delle candele in commercio è piuttosto dannosa. Le candele sono fatte di paraffina un derivato del petrolio che produce diossina durante la combustione, il nylon che viene utilizzato per lo stoppino fa altrettanto. Così mi sono detta basta candele acquistate, si belle come soprammobili ma di sostante schifose che girano per il pianeta ne abbiamo abbastanza. Così mi sono informata, non considerando volutamente la cera d'api, ho scoperto l'esistenza della cera di soja. Si tratta di un prodotto inventato da Michael Richards negli anni novanta che presenta molteplici vantaggi nell'impiego: è un prodotto rinnovabile, è totalmente naturale quindi non produce sostanze tossiche alla combustione, è cruelty free quindi non testato sugli animali, è 100% biodegradabile e si può facilmente rimuovere con acqua calda e sapone.
Quindi con questo fantastico prodotto come non ci si può dedicare all'autoproduzione delle candele?? :)



L'occorrente:
- cera di soja (potete reperirla on-line)
- filo di cotone
- supporto metallico filo (opzionale)
- olii essenziali naturali
- fiori secchi
- vasetti di riciclo (io ho usato due porta tea light in vetro)
- pentolino
- foglio di giornale

Occorre tagliare la cera in piccoli pezzi, metterla nel pentolino e lasciarla a bagnomaria qualche minuto, la cera ha un punto di fusione intorno ai 50°.


Tagliate il filo di cotone della misura desiderata, generalmente l'altezza della candela più uno o due centimetri. Pucciate il filo di cotone nella cera e ben disteso fatelo asciugare sul foglio di giornale. Una volta asciutto occorre inserire il filo nel supporto metallico e in teoria stingerlo con una pinzetta, io sperando di poter riutilizzare il supporto metallico non ho stretto ma ho fissato con un pochino di cera.


Fissate il supporto metallico alla base del vasetto con un altro po' di cera e facendo attenzione a tenere dritto il tutto versate la cera.
Una volta versata la cera aggiungete l'olio essenziale e i fiori secchi, io ho usato la lavanda.


Questi erano i primi esperiimenti, ho intenzione di provare forme diverse e utilizzare miscele di erbe con determinati scopi. Essendo il tutto molto semplice si presta per la creazione di regalini natalizi!
Buona Domenica!


8 commenti:

  1. Faccio anch'io le candele da diversi anni ,e ho cercato tanto lacera di soja ma senza risultato purtroppo . Non vorrei ordinarla su internet ma credo sia l'unica soluzione. Mi piacciono tanto le tue , con i fiorellini secchi,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti io non l'ho mai vista su nessun negozio, sui vari siti la trovi anche a prezzi sicuramente vantaggiosi. Di solito chi la vende ha anche prodotti per l'autoproduzione cosmetica, puoi sempre unire le due cose e risparmiare ulteriormente! :P

      Elimina
  2. E' una vita che ardo candele come una vestale...spero non mi abbiano fatto male...dovrò procurarmela davvero questa cera di soja perchè io senza candele accese non so vivere. grazie per questo prezioso consiglio. Un bacione. Gabriella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì Gabri bisogna rimendiare! :) Te ne manderò qualcuna così puoi continuare ad essere circondata dalle candele in tutta tranquillità! Oltretutto, un'altra caratteristica positiva delle candele in cera di soja è che durano molto a lungo!

      Elimina
  3. Splendida idea :) immagino che anche le famosissime yankee candles siano piene di schifezzuole, vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio.
      Presumodi sì, le conosco di nome e non di composizione onestamente però dubito che siano fatte con cera di soja.

      Elimina
  4. Ciao cara!!!
    Bellissime le tue candele e i tuoi ultimi post!!!
    Anche se non lascio traccia del mio passaggio, vengo sempre a farti visita... ^_^ IO ho comprato della cera pura d'api dall'apicoltore vicino a caa mia, poi la mia amica/collega, avendo lo zio apicoltore, me ne ha regalata 2 kg...
    Ora ne ho un bel po' sia per le mie pomate che per le candele!!! ;)
    Serenità, cara!!!
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. TI ringrazio Silva! :)
      Un abbraccio!

      Elimina